Museo Revoltella
<< elenco appuntamenti

Trieste [17 febbraio 2019, ore 11.00]
Mattinate Musicali Internazionali 2018/2019



MATTINATE MUSICALI INTERNAZIONALI  

XVIII edizione


Domenica 17 febbraio 2019, alle ore 11.00, presso l’Auditorium “Marco Sofianopulo” del Museo Revoltella, si terrà il dodicesimo appuntamento della XVIII edizione delle Mattinate Musicali Internazionali, dal titolo “Vincitore del Concorso Piano FVG -2018”, un recital pianistico che vedrà come protagonista il giovanissimo pianista polacco Tymoteusz Jan Bies.
Il concerto è organizzato in collaborazione con il Concorso pianistico internazionale del Friuli Venezia Giulia – Piano FVG, la competizione biennale aperta a giovani talenti della tastiera under 32 provenienti da tutto il mondo, che ha per missione l’individuazione di talentuosi pianisti emergenti e avviarli ad una carriera concertistica e si svolge ogni anno a Sacile.
Vincitore dell’edizione 2018 del Concorso,  il pianista  polacco Tymoteusz Jan Bies. eseguirà per il pubblico delle Mattinate Musicali le “Variazioni Goldberg”, di Joahn Sebastian Bach, nello specifico l’Aria con 30 variazioni, in Sol maggiore, BWV 988 “Variazioni Goldberg”.
Tymoteusz, Jan Bies, pianista ventiduenne, ha frequentato i corsi di pianoforte all'Accademia di musica di Karol Szymanowski a Katowice con il professor Zbigniew Raubo. Si è laureato con lode nel 2013 alla Karol Szymanowski State High School of Music di Katowice, con il Professor Zbigniew Raubo. È vincitore di numerosi e prestigiosi concorsi pianistici e cameristici, tra cui l'ottavo "Chopin Interpretations of young Pianists", Festival nazionale di pianoforte di Konin (3 ° premio), il Concorso pianistico internazionale Fryderyk Chopin (5 ° Premio nel 2013, 2 ° Premio 2017), III Concorso Pianistico Forum Per Tasti di Banska Bystrica (1 ° Premio e Premio Speciale) e III Concorso pianistico Internazionale del Friuli Venezia Giulia (1 ° Premio e due premi speciali nel 2018).  Ha collaborato con molte orchestre come l'Orchestra Sinfonica della Orchestra Filarmonica di Slesia a Katowice sotto la direzione di Mirosław Błaszczyk, del professore Jan Wincenty Hawel e di Marek Wroniszewski, l'Orchestra della Radio Polacca sotto la guida del prof. Marek Moś, National Polish Radio Symphony Orchestra e Symphony Orchestra of Opole Philharmonic sotto la direzione di Przemysław Neumann. Il pianista ha partecipato a corsi di perfezionamento con insegnanti di fama mondiale, con i maestri Andrzej Jasiński, Kevin Kenner, Tobias Koch, Janusz Olejniczak, Piotr Paleczny, Boris Petruschansky, Katarzyna Popowa-Zydroń, Wojciech Świtała, Dang Thai-Son, Stefan Wojtas e  Ramzi Yassa.  Le esibizioni di Tymoteusz in Polonia e nel mondo, ottengono sempre un grande successo di pubblico e critica. Ha suonato nella nuova sede della National Symphony Orchestra, la Filarmonica Nazionale, l'Opole Philharmonic, la Filarmonica di Slesia, la sala F. Chopin Museum di Varsavia, nel luogo di nascita di F. Chopin a Żelazowa Wola, st. Pietroburgo, Pietrozavodsk, Parigi, Colonia, Roma, Hannover; Tymoteusz si è esibito anche al festival "Chopin and His Europe", così come al 69 ° Chopin Festival di Duszniki-Zdrój.   È stato beneficiario di più borse di studio, comprese quelle finanziate da Krystian Zimerman, la Fondazione di Piotr Kler, il Ministro della Cultura, il Rettore dell'Accademia di Musica di Katowice e il Sindaco della Città di Mikołów. Nel 2015 Tymoteusz è entrato a far parte del team polacco di candidati che hanno partecipato al VXII° Concorso pianistico internazionale Fryderyk Chopin, partecipando con successo in entrambe le fasi preliminari a due livelli e nel 2016 è stato semifinalista al Paderewski International Piano Competition di Bydgoszcz.   Nel 2018 ha pubblicato il suo album di debutto da solista, contenente, tra l’altro, i concerti di piano di W.A. Mozart e F. Chopin; il suo prossimo album, contenente J.S. Bach Goldberg Variations, sarà pubblicato nel 2019, con l'etichetta di KNS Classical.






Condividi

<< elenco appuntamenti >> versione stampabile


© 2019 Museo Revoltella, Comune di Trieste, Assessorato alla Cultura