Museo Revoltella
 


Avanguardia russa: la Scuola di Unovis (1919-1922) fondata da Malevich.


 

L’esperienza della scuola di UNOVIS è strettamente legata al ruolo di insegnante di Kazimir Malevich, che intraprende la sua carriera didattica nel 1919 all’Istituto Artistico di Vitebsk, chiamato da Marc Chagall. Lì fonda una nuova scuola, insieme con la collaborazione di Lazar El Lissitzky, insegnante di architettura e grafica. Dopo la ricerca di un’appropriata forma organizzativa e di un nome, il gruppo sceglie quello di UNOVIS (Sostenitori della nuova arte), evidenziando la propria adesione al Suprematismo.

 

UNOVIS, che è stato alternativamente definito un gruppo, una scuola, una collettiva, un’organizzazione, un programma, porta avanti le teorie di “creazione collettiva” e le nuove concezioni artistiche di Malevich. L'obiettivo del gruppo è introdurre i progetti e gli ideali del Suprematismo nella società russa, lavorando con e per il governo sovietico. I principi del movimento sono applicati al manifesto, alla pittura monumentale, alla scenografia, alla ceramica, al design e all’architettura.

La scuola ha sedi a Vitebsk, Mosca, Smolensk, Orenburg e vi aderiscono docenti e studenti dell’Istituto Artistico di Vitebsk (fra i quali Vera Yermolaeva, Nikolai Suetin, Ilya Chashnik, Lev Yudin).

Il gruppo fin da subito è molto attivo, realizza numerosi progetti ed esperimenti con molti, se non con tutti i mezzi espressivi allora disponibili e porta l'arte e la propaganda Suprematista nelle vie di Vitebsk attraverso bollettini, manifesti, opuscoli e copie di “Sui nuovi sistemi nell'arte” di Malevich, riuscendo a ottenere un riconoscimento ufficiale e il rispetto come movimento stabile e influente.

 

Malevich incoraggia i suoi allievi a fare progetti più grandi e permanenti, lavorando nel campo architettonico. EL Lissitzky collabora con Ilya Chashnik, suo giovane allievo, promuovendo idee innovative per costruzioni galleggianti ed enormi strutture di vetro e acciaio, accanto a progettazioni più pratiche per complessi abitativi e strutture di propaganda come l’emblematico progetto per la “tribuna di Lenin” nella piazza di Smolensk, per il terzo anniversario della Grande Rivoluzione d’Ottobre.

Chashnik continuerà poi come successore di Lissitzky a capo della scuola d’architettura, collaborando  con il suo allievo Lazar Khidekel.

 

Nel 1921 UNOVIS propone le prime opere collettive d’arte contemporanea: pitture, strutture plastiche e oggetti di uso quotidiano, ideati collettivamente ed esposti al pubblico senza la firma degli autori, contraddistinti solo dalla sigla del gruppo,  un solitario quadrato nero, in omaggio a Malevich, scegliendo di condividere merito e responsabilità per tutti i lavori prodotti.

 

Mentre l’influenza di UNOVIS sull'arte continuerà per generazioni, la popolarità degli artisti ha breve durata. Dal 1922, i membri che costituiscono il cuore del gruppo si dividono, formando due fazioni contrastanti e avverse. Malevich e il suo seguito sostengono metodi pratici e produttivi nel cambiare la società, mentre gli altri favoriscono un Suprematismo più filosofico, desiderando sopravanzare la teoria e l'ideologia precedente. Da questo momento la maggior parte degli artisti originariamente associati a UNOVIS si dirige verso altre scuole, città e movimenti. Anche dopo la dissoluzione del gruppo, tuttavia, continueranno ad apparire per anni pubblicazioni firmate con il quadrato nero di UNOVIS.

 






27.01.2017 - Nuovi appuntamenti con l'arte
17.12.2016 - Giuseppe Lorenzo Gatteri un protagonista dell'Ottocento triestino
24.10.2016 - Le mattinate musicali del museo Revoltella 2016
13.04.2016 - Trieste e il suo museo
05.12.2015 - Le mattinate musicali del Museo Revoltella
11.11.2015 - I corsi di storia dell'arte e archeologia 2015-2016
03.11.2015 - Festival di musica contemporanea Trieste prima
12.08.2015 - Ricordando Basquiat
19.05.2015 - Meriggio di Casorati alla mostra Museo Ideale di Milano
27.04.2015 - Addio a Livio Rosignano, ultimo protagonista del 900 triestino
11.04.2015 - Mostra La Grande Trieste al Salone degli Incanti
11.04.2015 - Omaggio a Carlo Sbisa'. Le opere del Museo Revoltella
11.11.2014 - I CORSI DI STORIA DELL'ARTE DEL MUSEO REVOLTELLA 2014/2015
24.10.2014 - Mattinate e serate musicali internazionali: XIV edizione
13.07.2014 - Salon Revoltella, tutta la collezione in mostra
15.05.2014 - Mario Emilio Dolfi e i suoi amici
12.01.2014 - IL CALENDARIO DEI CORSI DI ARTE, MUSICA, ARCHEOLOGIA ROMANA
09.01.2014 - REVOLTELLA SCUOLA 2013-14
17.11.2013 - Le tracce di Napoleone a Trieste
27.09.2013 - Mattinate e serate musicali internazionali 2013
08.08.2013 - Dal 25 luglio al 22 settembre. Arte e scrittura a Trieste nel primo Novecento
10.05.2013 - Domenica 12 maggio ingresso gratuito per i triestini e presentazione dei centri estivi nei musei
05.05.2013 - Un ricordo di Bruno Chersicla
13.04.2013 - 14 aprile, terza domenica a ingresso gratuito per i residenti
06.04.2013 - Primavere ribelli. Il giardino della contemporaneita
02.04.2013 - Buon compleanno a Giuseppe Zigaina!
29.03.2013 - Pasqua, le aperture dei musei civici di Trieste. Le mostre.
17.03.2013 - A cento anni dalla morte di Eugenio Scomparini
28.09.2012 - Revoltella scuola. I programmi per l'anno scolastico 2012-13
07.08.2012 - Musei di sera e Revoltella estate. L'agenda di agosto
25.07.2012 - Voyage en Egypte: qualche pagina del diario
06.03.2012 - Nasce il coordinamento ICOM del Friuli Venezia Giulia
27.02.2012 - Un grazie da tutti noi ai volontari di Cittaviva
14.12.2011 - Fiorella Kostoris: io mi ricordo...
22.11.2011 - Il programma delle mattinate musicali autunnali
22.11.2011 - Revoltella scuola. I progetti didattici per l'anno scolastico 2011-2012
03.10.2011 - Le guerre risorgimentali viste da Palazzo Revoltella
03.10.2011 - Riscoperte e approfondimenti: Santo Lucas e Vittorio Bolaffio
09.08.2011 - Art time, fun time! Laboratori per bambini in inglese
30.07.2011 - Tutti felici di disegnare fumetti!
22.06.2011 - L’arte di classe….Scopriamola al Museo Revoltella
22.06.2011 - Un caffè col barone. Grande successo
12.04.2011 - Il Revoltella dei bambini
07.03.2011 - Roberta di Camerino in mostra al Museo Fortuny di Venezia.
05.02.2011 - Soggetti musicali nelle collezioni del XX secolo del Museo Revoltella
14.10.2010 - Notizie dai musei del Friuli Venezia Giulia
14.10.2010 - Le immagini della mostra su Roberta di Camerino
07.10.2010 - La "Barcolana" dalla terrazza del Museo Revoltella
26.09.2010 - "Revoltella Scuola" e "Il Revoltella dei bambini": programmi e calendari 2010-2011
15.09.2010 - La nuova stagione delle mattinate musicali
04.08.2010 - Giorno per giorno gli appuntamenti di "Revoltella estate" 2010
21.07.2010 - Donata al Museo Revoltella l“Eva" di Marcello Mascherini della collezione Hausbrandt.
15.05.2010 - Avanguardia russa: la Scuola di Unovis (1919-1922) fondata da Malevich.
09.01.2010 - La breve storia di Giorgio Carmelich
21.12.2009 - Oh nulla, un futurista
12.11.2009 - Capolavori del '900 nuovamente in esposizione
19.10.2009 - scorci e impressioni da una mostra.
29.08.2009 - Letture dal catalogo della mostra: Gillo Dorfles parla di Leonor Fini
23.08.2009 - Letture dal catalogo della mostra
11.08.2009 - Leonor Fini e i fotografi
05.07.2009 - Il ritorno di Leonor Fini
01.05.2009 - Leonor Fini in mostra al Revoltella da luglio a settembre
09.04.2009 - Il Revoltella dei bambini
21.02.2009 - Giuseppe Zigaina dona due opere al Museo Revoltella e alla Galleria d'arte moderna di Udine
15.01.2007 - Carlo Scarpa ed il Museo Revoltella


© Museo Revoltella