Notizie

Aperta fino al 4 maggio la mostra di Dudovich

» stata visitata da oltre 20.000 visitatori la grande mostra antologica allestita al Civico Museo Revoltella che rende omaggio al padre della pubblicità moderna.

La rassegna, aperta dal 18 dicembre 2002, propone una visione complessiva del “personaggio Dudovich”, nell’intento di affrancarlo dal cliché ñ scontato e riduttivo ñ del cartellonista “delle donnine” o “della Bell’Epoque”, per rendergli ciÚ che doverosamente gli spetta, cioè un ruolo di straordinario e preveggente comunicatore.
Per la prima volta, accanto all’ovvia presenza dei manifesti tra i più famosi (un’ottantina che vedono l’artista impegnato a pubblicizzare grandi nomi tra cui Ricordi, La Rinascente, Assicurazioni Generali, Agfa, Borsalino, Pirelli, Campari e altri ancora), sono visibili un numero significativo di dipinti, di bozzetti di grande e medio formato – talora svincolati da precise destinazioni commerciali – di disegni e opere di grafica minore (anche inediti), a testimonianza dell’enorme attività di illustratore. E ancora: è documentata la sua attività di decoratore murale, di cui la prova più notevole sono gli affreschi realizzati nei primi Anni Trenta al Ministero dell’Aeronautica di Roma; il “ritorno alla pittura” tra il 1942 e il 1962, caratterizzato dalla ripresa di tematiche della “Bell’Epoque”; il rapporto di collaborazione – proficuo e conflittuale ñ avviato negli Anni Trenta con un giovane pittore veneto, Walter Resentera, divenuto suo genero nel 1935. Su ognuno di questi aspetti la mostra fornisce motivo di riflessione.

I materiali della mostra provengono da collezioni pubbliche e private, tra cui i manifesti della Raccolta Salce del Museo Comunale di Treviso, punto di riferimento imprescindibile per la sua ricchezza e vastità, la Collezione Bertarelli di Milano, la collezione dei grandi magazzini La Rinascente, per i quali Dudovich lungamente operÚ, e tutte le collezioni private che conservano sue opere.

Il catalogo, edito da Charta, riproduce a colori più di 250 opere presenti in mostra, nonché numerose fotografie familiari inedite, per un totale di 280 pagine.
Orari della mostra da lunedì a domenica 10-19 (martedì chiuso)
Aperto lunedì 21 e venerdì 25 aprile.
Per informazioni e richieste di materiale, telefonare o inviare un fax a:
Civico Museo Revoltella – Galleria d’arte Moderna, via Diaz 27, 34123 Trieste
tel. 040.6754158 – fax. 040.6754137 – e-mail: revoltella@comune.trieste.it.