Notizie

comunicato stampa “Fragile!”

“FRAGILE!”, QUINTO CONCORSO INTERNAZIONALE DI DESIGN TRIESTE CONTEMPORANEA
MERCOLEDI’ 11 DICEMBRE 2002
LA MOSTRA AL MUSEO REVOLTELLA DI TRIESTE E LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE

Si inaugura mercoledì 11 dicembre al Museo Revoltella di Trieste la mostra
“FRAGILE!”, appuntamento finale del Quinto Concorso Internazionale di
Design Trieste Contemporanea.
Dopo il grande successo della tappa veneziana della mostra, dalla Scuola
del Vetro di Murano le opere vincitrici del concorso arrivano a Trieste
nella suggestiva cornice della residenza del barone Revoltella: i
riflettori del Salotto verde saranno puntati su 10 oggetti in vetro
soffiato realizzati dal maestro Andrea Zilio.

L’esposizione, patrocinata dal Ministero degli Esteri, apre alle ore 18
nell’Auditorium del museo con la cerimonia di premiazione dei progettisti
vincitori concludendo dunque l’edizione 2002 del concorso rivolto ogni due
anni da Trieste Contemporanea, con il patrocinio dall’Iniziativa Centro
Europea, a progettisti di 21 paesi europei (Albania, Austria, Bielorussia,
Bosnia e Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Estonia, Germania, Italia,
Lettonia, Lituania, Macedonia, Moldavia, Polonia, Repubblica Ceca,
Repubblica Federale di Yugoslavia, Repubblica Slovacca, Romania, Slovenia,
Ucraina, Ungheria).
Dalle mani dell’ambasciatore HARALD KREID direttore del Segretariato
esecutivo dell’INCE, ALESSANDRA GUERRA vicepresidente della Regione,
MASSIMO PANICCIA presidente della Fondazione CRTrieste, ROBERTO MENIA
assessore alla cultura per il Comune di Trieste, ATTILIA DORIGATO direttore
del Museo del Vetro di Murano e ROSA BAROVIER MENTASTI direttore della
Scuola del Vetro di Murano, MARTA CERUTI riceverà il premio BEBA, offerto
dalla Fondazione Laura e Franz Leupoldt di Weissenstadt al più giovane
designer tra quelli selezionati; il gruppo RUGGERO DE CAL“, MAURIZIO
ANSELMI, GIULIO STAGNI riceverà il premio Città di Trieste, offerto dalla
Fondazione CRTrieste al miglior progetto triestino tra quelli selezionati e
JURIJ DOBRILA (SLO) e ANNIKA GIESBERT (D) riceveranno il premio Trieste
Contemporanea 2002 assegnato quest’anno ex-aequo. Il riconoscimento va in
Slovenia a un piatto centrotavola che valorizza la collaborazione del
maestro muranese con il designer, e in Germania alla interpretazione
poetica della funzionalità proposta da una ciotola sagomata per essere
sostenuta da un cubetto di ghiaccio.
Gli altri progetti selezionati che saranno presenti in mostra sono stati
disegnati da Claudia Pfleger (A), Patrizia Baldan (I), Patrizia Magnani e
Giovanni Panizon (I), Milos Joksimovic (YU), Gabor Molnar (H), Katija
Lipicnik (SLO) e dal gruppo ucraino NCA-New Creative Association Fund al
quale è andata una menzione speciale per la rara applicazione funzionale
del vetro nel campo dell’arredo urbano.

Durante la cerimonia verrà presentato il video realizzato da Donatello
Trevisiol alla fornace Anfora di Murano mentre i pezzi venivano lavorati:
un breve documento sulla affascinante tecnica della soffiatura. La nuova
formula dell’edizione 2002 del concorso prevedeva infatti da parte dei
progettisti la sola presentazione dei disegni mentre una selezionatissima
rosa di questi sarebbe stata scelta dalla giuria per passare alla
realizzazione vera e propria dell’oggetto. Così, dopo la decisione della
commissione, alla fine di ottobre si è dato il via ai lavori in fornace
offrendo ai progettisti selezionati la rara occasione di sovrintendere a
Venezia all’esecuzione dei propri pezzi che potranno essere visti ora anche
dal pubblico che visiterà la mostra triestina aperta fino all’11 gennaio
prossimo (dal 18 dicembre orario continuato 10-19, chiuso il martedì) e che
sono stati scelti tra gli oltre centotrenta progetti in concorso da Gillo
Dorfles, Rosa Barovier Mentasti (Scuola del Vetro Abate Zanetti di Murano),
Janez Bogataj (Università di Lubiana), Attilia Dorigato (Civici Musei
Veneziani-Museo del Vetro), Marco Romanelli (rivista Abitare), Giuseppe
Ulian (Accademia di Belle Arti, Venezia), Toni Zuccheri (artista e
designer) con la consulenza tecnica di Renzo Ferro.

L’esposizione triestina nei primi mesi del prossimo anno approderà al
Kozep-Europai Kulturalis Intezet (Central European Cultural Institute) di
Budapest, da dove inizierà il suo viaggio europeo mentre il concorso si
aggiornerà al 2004.

La mostra è stato organizzata e realizzata dal Comitato Trieste
Contemporanea con la COLLABORAZIONE dei Musei Civici Veneziani-Museo del
Vetro di Murano, della Scuola del Vetro Abate Zanetti di Murano e del
Civico Museo Revoltella-Galleria d’Arte Moderna di Trieste e con la
PARTECIPAZIONE della Fondazione Laura und Franz Leupoldt (Weissenstadt),
del Kozep-Europai Kulturalis Intezet-Central European Cultural Institute
(Budapest) e della Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di
Trieste e si avvale del PATROCINIO dell’IN.C.E (Iniziativa Centro Europea)
e del Ministero degli Affari Esteri e del CONTRIBUTO della Regione Autonoma
Friuli Venezia Giulia, della Fondazione CRTrieste, del Commissariato del
Governo nella Regione Friuli Venezia Giulia, del Comune di
Trieste-Assessorato alla Cultura.

SU RICHIESTA SONO DISPONIBILI LE IMMAGINI DEGLI OGGETTI ESPOSTI.

INFO

Comitato Trieste Contemporanea
34121 Trieste, via del Monte 2/1
tel 040 639187 / fax 040 367601
e-mail tscont@tin.it
www.tscont.ts.it

Museo Revoltella
34132 Trieste, via Diaz 27
tel 040 302742 / 300938