Notizie

Revoltella Estate 2004 ñ Serate musicali

Comune di Trieste ñ Assessorato alla Cultura
Cappella Civica
Civico Museo Revoltella
Associazione Promusica
col contributo di:
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Provincia di Trieste

Revoltella Estate 2004 ñ Serate musicali

Si è appena chiusa la terza stagione delle Mattinate Musicali e riprende anche quest’anno la rassegna concertistica del Revoltella Estate. Il nostro Auditorium si qualifica dunque sempre di più come uno degli spazi musicali di riferimento nella Città, animato da un’attività ormai continua e ben frequentato da un pubblico affezionato e attento. Nel cartellone le proposte sono sempre ricercate, ma si diversificano secondo le più rilassate aspettative di un pubblico estivo. Iniziamo con il Gruppo musicale “Giorgeda” che presenta una parte della ricerca sul canto popolare dell’Istria e delle regioni d’Italia, effettuata in collaborazione con la Cappella Civica in occasione del 50∞ anniversario del ritorno di Trieste all’Italia e che entro l’anno sarà oggetto di diffusione editoriale e discografica. Sabato 24 luglio è la volta di un qualifi-cato gruppo vocale regionale, “Audite Nova” con un programma raffinato dove appaiono anche i Sette canti che il com-positore triestino Vito Levi aveva scritto su versi di Biagio Marin. Un duo marchigiano di violino e chitarra offrirà invece inconsuete pagine cameristiche di Paganini e Gragnani. Grande attesa poi per l’ensemble etnico siciliano “Na-kaira”, col suo vivace organico vocale e strumentale e le interessanti proposte di incontro tra tradizione sicula e greca. Dopo la pausa ferragostana, la chiusura della stagione è affidata a due trii Jazz della nostra Regione, entrambi costituiti da artisti sensibili, ben noti in questo campo specifico.
Come di consueto il volumetto stampato per diffondere il programma contiene immagini del Museo Revoltella e del suo patrimonio d’arte. Ci è sembrato suggestivo utilizzare in quest’occasione particolari di dipinti di autori importanti del secondo Ottocento che hanno trattato con molta poesia il tema della vita popolare in molti suoi aspetti, tra cui quelli degli intrattenimenti musicali.

Marco Sofianopulo
Direttore della Cappella Civica

Maria Masau Dan
Direttore Civico Museo Revoltella

Sabato 17 luglio 2004 ñ ore 21.00 ñ Auditorium del Museo Revoltella
Canti tradizionali dell’Istria e delle Regioni d’Italia
Gruppo musicale “GIORGEDA” diretto da Giorgio Argentin

Sabato 24 luglio 2004 ñ ore 21.00 ñ Auditorium del Museo Revoltella
Musiche di V.Levi, S.Barber e G.Holst
Coro femminile “AUDITE NOVA”
Elisabetta Spinelli soprano
Quartetto “STRADIVARIUS”
Gianna Visintin direttore

Sabato 31 luglio 2004 ñ ore 21.00 ñ Auditorium del Museo Revoltella
Musiche di N.Paganini e F.Gragnani
Luca Marziali violino
Massimo Agostinelli chitarra

Sabato 7 agosto 2004 ñ ore 21.00 ñ Auditorium del Museo Revoltella
Onde sonore dal Mediterraneo
Gruppo musicale “NAKAIRA”
Antonio Curiale – Violino, Viola, Oud, Percussioni
Franco Barbanera – Clarinetto, Gaita galiziana, Whistles, Nay, Kaval, Bombarda
Carmelo Siciliano – Bouzouki greco, Chitarra
Angelo Liotta – Bouzouki irlandese, Bodhran, Voce
Mario Gulisano – Darbouka, Frame Drums, Bodhran, Rullante, Cajon, Voce
Maco Carnemolla – Basso acustico
Nektarios Galanis – Bouzouki greco, Violino, Voce
Fonico: Emmanuel Maccarrone

Sabato 21 agosto 2004 ñ ore 21.00 ñ Auditorium del Museo Revoltella
“ANDREA MASSARIA NEW TIME TRIO”
Andrea Massaria chitarra
U.T. Gandhi batteria
Danilo Gallo contrabbasso

Sabato 28 agosto 2004 ñ ore 21.00 ñ Auditorium del Museo Revoltella
“BASSLESS”
Lorena Favot voce e percussioni
Luca Grizzo Voce e percussioni
Mauro Costantini voce e pianoforte/tastiere

GLI INTERPRETI

Giorgio Argentin è pianista, compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra. Laureato in pianoforte e composizione, è attivo promotore di grandi manifestazioni musicali in cui si incontrano la sua preparazione professionale e la partico-lare sensibilità per il repertorio etnico. Di origini albanesi e padre triestino, ha diretto per quattro anni l\’orchestra di mu-sica leggera della Radiotelevisione albanese a Tirana. Argentin è sempre affiancato da musicisti scelti per esperienza professionale e la sensibilità artistica.

L’Associazione corale “AUDITE NOVA” sorge nel 1986 per dedicarsi allo studio di un repertorio a voci pari femmi-nili caratterizzato da scelte originali. Oltre alla letteratura corale a cappella il complesso ha affrontato anche quella sin-fonico (“Chicester Psalms” di L.Bernstein, ecc.), ed è padrone di un vasto repertorio che va dal Canto gregoriano alla musica contemporanea, attraverso i generi polifonici sacri e profani. Il Quartetto “Stradivarius” è composto dai vio-linisti Caterina e Stefano Picotti, la violista Annalisa Clemente e la violoncellista Simona Slokar. Gianna Visintin, di-plomata presso il Conservatorio di Padova, ha fondato questo coro dopo aver diretto numerose altre formazioni vocali. Ha seguito corsi di Direzione corale con prestigiosi docenti (S.Vidas, I.Parkaj, G.Acciai, A.Von Ramm, A.Mazzuccato, ecc.), ha tenuto inoltre centinaia di concerti in Italia e all’Estero, effettuando inoltre registrazioni radio-televisive e di-scografiche. Ha conseguito riconoscimenti nazionali ed internazionali (Ravenna 1983, Gorizia 1984, Vittorio Veneto 1987 e 1990, Arezzo 1989, 1992, 1994, Giessen [Germania] 1990). Dal 1994 è chiamata a tenere corsi di vocalità ed interpretazione presso l’USCI di Pordenone, di cui dirige anche il Coro sperimentale.

Luca Marziali si diploma nel 1986 in violino con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Pesaro, perfe-zionandosi in seguito con R.Pasquier, P.Amoyal, A.Stefanato, R.Ricci e successivamente con P.N.Masi e C.Rossi al-l\’Accademia musicale \”Incontri con il Maestro\” di Imola. Vincitore di numerosi concorsi nazionali ed internazionali, svolge intensa attività concertistica in veste solistica e cameristica. Collabora stabilmente con l\’Orchestra Sinfonica Na-zionale della Rai, con l\’Orchestra del Teatro \”Alla Scala\” di Milano e con l\’Orchestra Filarmonica della Scala. Massimo Agostinelli si è diplomato con il massimo dei voti al Conservatorio di Napoli con B.Battisti D\’Amario. Dal 1982 è soli-sta ospite di prestigiosi enti ed associazioni musicali e vincitore di vari concorsi nazionali ed internazionali di chitarra. Ha tenuto stages di perfezionamento ed interpretazione presso i Corsi Internazionali di Urbino, l\’Ottocento Festival di Saludecio, i Seminari di Orta S.Giulio (NO), ecc. Attivo nell\’ambito della ricerca e della revisione musicale, dirige una collana di composizioni per chitarra dell\’Ottocento per conto della casa editrice Bèrben di Ancona, curando ultimamen-te la revisione delle opere chitarristiche di W.T.Matiegka. E\’ direttore artistico dell\’Associazione Musicale Ottocento, ed ha predisposto la catalogazione delle musiche per chitarra dell\’Ottocento nelle biblioteche italiane ed europee. Scrive per le principali riviste chitarristiche internazionali. E\’ direttore del Concorso Nazionale di Chitarra \”Città di Castelfi-dardo\”. Ha realizzato recentemente incisioni discografiche per chitarra sola di opere di Matiegka, Sola e Molitor.

“BASSLESS” – Lorena Favot voce e percussioni, Luca Grizzo Voce e percussioni, Mauro Costantini voce e piano-forte/tastiere. Questo progetto si propone di riassumere e mettere a fuoco le molteplici esperienze e gli innumerevoli percorsi compiuti da questi tre musicisti. Per la circostanza i tre interpreti propongono un repertorio che tocca tutte le tappe del lavoro prodotto negli anni da questa formazione. Il viaggio è una sorta di cammino che si snoda fra brani pro-venienti dalla tradizione afro-americana, squarci tratti dal repertorio della canzone italiana, momenti di improvvisazione estemporanea e composizioni originali. La peculiarità di questo trio, oltre all’assenza dell’impalcatura costituita dai suoni gravi e ricchi di armonici del basso, “bassless”, è reperibile nella mancanza di una precisa connotazione dei ruoli, infatti, spesso gli esecutori sconfinano e interagiscono andando oltre il limite imposto dal proprio strumento. L’impasto sonoro, una specie di commistione di suoni elettrici e acustici, risulta talvolta sorprendente per gli esecutori medesimi. Libertà espressiva, ricchezza timbrica, sonorità gravide di richiami a retaggi ancestrali e attuali nevrosi elettriche, pano-rami ritmico-armonici cangianti e spazi creativi dilatati e rarefatti: tutto questo è quanto si puÚ ascoltare in bassless.

Andrea Massaria “NEW TIME” Trio – Il nuovo progetto jazz di Andrea Massaria, prende corpo dalle sue continue ricerche musicali che lo hanno portato al concepimento del trio acustico di cui sopra caratterizzato dall’uso più appro-fondito, sia in termini armonici sia in termini ritmici ed espressivi, delle potenzialità della chitarra. Il gruppo propone musiche originali di Andrea Massaria e qualche standard rivisitato e riarrangiato. La formula del trio consente ai tre musicisti di esprimersi in maniera molto libera, creando situazioni musicali diverse e stimolanti all’interno dei vari bra-ni proposti: la ritmica fantasiosa e stimolante di Danilo Gallo e di U.T. Gandhi, unita alla sensibilità ed alla ricercatezza della chitarra di Andrea Massaria, portano il trio ad esplorare sonorità originali e moderne senza perÚ dimenticare la tradizione. La cura del sound d’insieme e la ricerca continua dell’interplay tra i musicisti sono il punto di partenza per ricerche sonore interiori che si concretizzano in ballads intimistiche, brani grintosi dal sapore bluesly, digressioni im-pressioniste, silenzi carichi di emotività.

NAKAIRA (Sicilia/Grecia) – Il gruppo Nakaira nasce nel 1999 con l\’intenzione di riproporre il folk celtico in Sicilia. Dopo le prime apparizioni in rassegne festival, nel gennaio del 2000 i Nakaira pubblicano con successo un primo album dal titolo “Musiche a danzare tra oriente e occidente”, registrato dal vivo al Teatro Metropolitan di Catania. Successi-vamente il gruppo, rinnovato nella formazione e nella ricerca stilistica che si sposta nell’ambito delle tradizioni del Me-diterraneo, partecipa a numerose rassegne e festival nazionali ed internazionali. Nel 2002 i Nakaira incominciano la collaborazione col regista Guglielmo Ferro, curando le musiche di scena della commedia “Molto rumore per nulla” di W. Shakespeare. Nel gennaio 2003 la commedia viene rappresentata nella stagione del Teatro Stabile di Catania e più tardi in un lungo tour nazionale che tocca le principali città italiane fino al febbraio 2004. Dal 2 al 9 luglio il gruppo suonerà in Yemen per conto dell’Ambasciata italiana. Nel novembre 2003 viene pubblicato dall’etichetta Raitrade an-che il secondo album “Onde sonore dal Mediterraneo”, distribuito nelle edicole di tutta Italia come allegato al N. 63 della rivista “World Music Magazine”. Al Cd collabora anche il cantautore siciliano Carlo Muratori, che scrive e canta in lingua siciliana. Il loro spettacolo è un itinerario tra le musiche e le danze del Mediterraneo, con ampie influenze del mondo greco e siciliano da cui il gruppo proviene, per un concerto suggestivo e ricco di numerose emozioni che scatu-riscono dalle diverse culture che si combinano fra loro in una sorta di costante contaminazione.